Chi ha paura di un’assemblea democratica?